WALLYGATOR II

varo

1994

dspl

60,3 ton

loa

32 m

Bmax

8,0 m

Su questa barca, premiata nel 1994 da Showboats come “Most Innovative Sailing Yacht”, ci siamo spinti ancora più avanti nelle esperienze e ricerche nei settori del disegno degli scafi a dislocamento leggero, dei materiali compositi, degli impianti, delle propulsioni, della regolazione delle vele mediante i sistemi idraulici.

È la ricerca a 360 gradi, qualsiasi innovazione proponessimo a Luca Bassani e viceversa veniva vagliata e verificata. Tre anni di studio, di disegno e di lavoro insieme ai migliori tecnici del mondo con un’attitudine progettuale normalmente usata solo in una campagna di Coppa America.

Zona regina della barca, la coperta dove tutto è a scomparsa. Il concetto guida è quello di avere prima di tutto un’imbarcazione veloce e brillante ma anche facile da condurre.
Le manovre che corrono sotto il filo del ponte, grandi spazi calpestatili e percorrenza senza dislivello.

La grossa innovazione che ha proposto barche realmente diverse, è stata la possibilità di andare a vela con barche grosse, veloci e con equipaggio ridotto.

Ho cercato di reinventare ogni dettaglio mettendolo in discussione. Avendo acquistato sicurezza nell’architettura navale propriamente detta, a questo punto ho potuto dedicarmi a tutto ciò che rifinisce e definisce la barca.

GALLERY